ADDETTO ANTINCENDIO

D. Lgs 81/08
art. 18 c 1 lett b)
Il datore di lavoro designa preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio di pronto soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza;

Essi devono essere formati, essere in numero sufficiente e disporre di attrezzature adeguate, tenendo conto delle dimensioni ovvero dei rischi specifici dell’azienda ovvero dell’unità produttiva.

art 46 c. 2
Nei luoghi di lavoro devono essere adottate idonee misure di prevenire gli incendi e per tutelare l’incolumità dei lavoratori.

 

D. Min 10/03/1998
art. 5 Gestione dell’emergenza in caso di incendio

1. All’esito della valutazione dei rischi d’incendio, il datore di lavoro adotta le necessarie misure organizzative e gestionali da attuare in caso di incendio riportandole in un piano di emergenza elaborato in conformità ai criteri di cui all’allegato VII del presente decreto.
2. Ad eccezione delle aziende soggette ai controlli da parte dei Comandi provinciali dei vigili del fuoco e per i luoghi di lavoro ove sono occupati meno di 10 dipendenti, il datore di lavoro non è tenuto alla redazione del piano di emergenza, ferma restando l’adozione delle necessarie misure organizzative e gestionali da attuare in caso d’incendio.

 

IMPORTANTE:
I nominativi degli INCARICATI vengono comunicati a tutto il personale attraverso un Ordine di servizio della Direzione, debitamente pubblicizzato nell’unità produttiva.

Devono essere predisposti mezzi di estinzione idonei in rapporto alle particolari condizioni in cui possono essere usati, in essi compresi gli apparecchi estintori portatili di primo intervento. Detti mezzi devono essere mantenuti in efficienza e controllati da personale esperto; Deve essere assicurato, in caso di necessità, l’agevole e rapido allontanamento dei lavoratori dai luoghi pericolosi. 

 

 

pdf icon   ADDETTO ANTINCENDIO